Arrosto al rosmarino e santoreggia con salsa al vino rosso e melagrana

print


L’arrosto dà immediatamente la sensazione della domenica a tavola con la famiglia, dei giorni di festa, dell’assaporare il lavoro della cuoca di casa tutti insieme chiacchierando. Questo arrosto in particolare l’ho pensato non solo per la domenica di festa, o la cena nella quale volete fare bella figura con gli ospiti, ma in particolare, per il pranzo di Natale, quello nel quale bisogna servire qualcosa di particolare, qualcosa che faccia eco all’atmosfera di festa speciale. Ecco quindi il tocco dei chicchi di melagrana, di un rosso intenso e una leggera punta acida che bilancia perfettamente la grassezza del sughetto di fondo e delle patate al forno.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 15 minuti
Cottura 45 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1 kg di lonza (fatevela legare dal macellaio)
  • 1,2 kg patate gialle
  • 200 ml vino rosso (io ho utilizzato un Syrah I.G.P. Terre Siciliane)
  • 3 rametti rosmarino fresco
  • 3 rametti lunghi di santoreggia
  • Brodo vegetale caldo (brodo di recupero o dado vegetale fatto in casa)
  • 1 cucchiaino di amido di mais
  • Sale fino
  • 1 spicchio di melagrana
  • 10 gr burro
  • Olio extravergine di oliva

 

Procedimento

Pelate le patate, lavatele, tagliatele in 4 spicchi per il lungo e poi a pezzettoni. Lavate le erbe aromatiche e infilatele sotto ai legacci dell’arrosto. In una casseruola a fondo pesante (io ho utilizzato una casseruola di ghisa), scaldate 5 cucchiai di olio, poi fate caramellare su fiamma alta, da tutti i lati, la carne.

Mi raccomando di girarla con attrezzi non appuntiti. A questo punto sfumate col vino, versandolo sui bordi. Quando non sentirete più l’odore intenso di alcol, abbassate la fiamma, unite 300 ml di brodo caldo e cuocete semicoperto per 40 minuti su fiamma medio-bassa.

Nel frattempo condite le patate tagliate con olio, mescolatele bene con le mani e cuocete in forno caldo a 200°, posizionando nel penultimo ripiano del forno, per il tempo di cottura dell’arrosto.

Trascorso il tempo di cottura dell’arrosto, spegnete il fuoco, coprite completamente e fate riposare. Nel frattempo sgranate uno spicchio di melagrana e tenete i chicchi in una ciotolina.

Prelevate l’arrosto dalla casseruola, mettetelo su un tagliere chiuso in un pezzo di stagnola. Filtrate co un colino il fondo di cottura e mettetelo in un pentolino. Unite il cucchiaino di amido di mais sciolto a parte con un poco di acqua fredda e il burro. Scaldate mescolando continuamente con un cucchiaio fino a quando sarà addensato.
Eliminate dall’arrosto la stagnola, affettatelo allo spesso di pochi millimetri e servite con il fondo di arrosto addensato, una generosa manciata di chicchi di melagrana (quantità a piacere) e le patate arrosto che avrete condito a fine cottura con sale, o sale aromatizzato.

Seguitemi su Instagram

Seguitemi su Youtube

1Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *