Brasato al barolo

print

Il brasato al barolo è uno dei secondi piatti simbolo del Piemonte. Nella pratica è uno stufato con lunga cottura effettuata con verdure e marinatura nel vino che gli dà il nome. La pazienza per la lunghissima cottura vi premierà con una carne veramente tenerissima e gustosa.
Buon viaggio in cucina…

 

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti + 12 ore marinatura della carne
Cottura 3 ore 30 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1 kg carne di manzo (scamone o polpa di spalla)
  • 1 bottiglia di Barolo
  • 1 cipolla dorata
  • 1 carota
  • 1 costola di sedano
  • 1 cucchiaino di pepe in grani
  • 5 foglie di alloro
  • 25 gr funghi porcini secchi
  • 25 gr burro
  • 40 gr grasso di prosciutto (se non l’avete sostituite con lo strutto)
  • Sale

Procedimento

Sbucciate la cipolla e tagliatela ad anelli. Lavate la carota, raschiatela ed eliminate gli apici. Lavate la costola di sedano ed eliminate le foglie. Tagliate a rondelle carota e sedano.
In una pirofila che contenga la carne di misura posizionate le verdure tagliate, il pezzo di carne, unite le foglie di alloro, i grani di pepe e coprite con il vino. Coprite con della pellicola trasparente e lasciate marinare per 12 ore in frigorifero, girando la carne di tanto in tanto.

Mettete in ammollo i porcini secchi in acqua tiepida per circa 30 minuti.

In una casseruola a fondo pesante (meglio ancora se di terracotta), sciogliete il burro e il grasso di prosciutto (o lardo), quindi fatevi rosolare la carne sgocciolata dalla marinatura da tutti i lati, facendola caramellare bene.
Unite quindi il vino e le verdure della marinatura con tutti gli aromi e anche i porcini ben strizzati e tritati a coltello. Regolate di sale e cuocete su fuoco bassissimo per 3 ore, girando la carne di tanto in tanto. Se necessario aggiungete in corso di cottura un poco di acqua, per evitare che asciughi troppo il fondo.

Terminata la cottura prelevate la carne e avvolgetela nella stagnola a riposare. Nel frattempo filtrate il fondo di cottura e passatelo al setaccio. Affettate il brasato e servitelo coperto dal fondo di cottura.

E siamo pronti in tavola!

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *