Confettura di pesche alla lavanda

print

Pare evidente che il viaggio che ho fatto in Provenza mi abbia segnata, perché sto usando i fiori di lavanda in ogni dove… una dipendenza praticamente. Ma fin che i risultati sono eccellenti non penso di desistere. Oggi vi propongo questa meravigliosa confettura alle pesche gialle, che ha un gusto leggerissimo di lavanda (e non sa assolutamente di saponetta, garantito). Pensate che prelibatezza quando quest’inverno la potrete spalmare su fette di pane tostato per la colazione… potrete chiudere gli occhi e credere di essere in Provenza.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 vasetti da 330 gr
Preparazione 20 minuti + tempo di autosterilizzazione e raffreddamento
Cottura 15 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1,7 kg pesche gialle mature
  • 400 gr Nostrano (zucchero grezzo di barbabietola 100% italiano di Italia Zuccheri)
  • 18 gr addensante per confetture (preferibilmente biologico)
  • Succo filtrato di 1 limone
  • 2 gr fiori di lavanda secchi
  • 30 gr brandy

 

Procedimento

Portate a bollore abbondante acqua e scottatevi poche pesche per volta, per un minuto circa. Mettetele a raffreddare ed eliminate la pelle. Eliminate anche i noccioli e pesate 1,2 kg di polpa. A questo punto, a seconda di come preferite la consistenza della confettura, potrete tritare grossolanamente la polpa oppure frullarla. Io ho preferito fare un misto, ossia frullare i ¾ e tritare grossolanamente il rimanente.

In una pentola mettete ora lo zucchero, l’addensante per confetture, il succo di limone e la frutta. Mescolate bene e portate a bollore. A questo punto proseguite la cottura per 10 minuti, poi spegnete il fuoco, unite i fiori di lavanda, il rum e mescolate bene.

Suddividete la confettura nei vasetti precedentemente sterilizzati, chiudete ermeticamente e capovolgete. Lasciate così per una mezz’oretta almeno, poi metteteli dritti e lasciate raffreddare completamente. Il coperchio dovrà creare un leggero incavo verso il basso, segno che si è creato il sottovuoto.

Potrete consumare la vostra confettura dopo un mese dalla produzione e la potrete conservare per circa 24 mesi in luogo buio e asciutto.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Il rum bianco lo uso per mantenere inalterato il più possibile il colore della confettura. Ma potete stare tranquille per i vostri bimbi, perché il calore elevato della confettura fa evaporare velocemente la piccola parte alcolica.
0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *