Cookies al cioccolato

print

I cookies al cioccolato sono i classici biscotti secchi americani. Preparatene un po’ in più e mettetene alcuni in un pezzetto di stagnola: saranno una felicissima merenda per i vostri bambini nella pausa a scuola.
Buon viaggio in cucina…

 

 

Dosi per 24 biscotti
Preparazione 15 minuti
Cottura 20 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 350 gr farina 0
  • 150 gr cioccolato fondente (o gocce di cioccolato)
  • 150 gr zucchero di canna
  • 130 gr burro morbido (fuori dal frigorifero da circa 1 ora)
  • 1 uovo
  • 3 cucchiai di latte
  • 1 cucchiaino abbondante di lievito per dolci vanigliato (preferibilmente biologico con vera polvere di vaniglia)
  • 2 pizzichi di sale (io utilizzo il Sale di Cervia medio-grosso)

 

Procedimento

Tritate grossolanamente a coltello il cioccolato. Lavorate il burro e lo zucchero in una ciotola fino ad ottenere un composto a pomata omogeneo (vedi note per Kenwood). Incorporate l’uovo e il latte mescolando con una frusta a mano fino a ottenere un composto omogeneo.

Aggiungete la farina setacciata tutta in una volta. Infine unite il cioccolato tritato (o le gocce) e mescolate bene. Alla fine otterrete un composto morbido e sodo.

Prelevate un cucchiaio scarso di impasto, fatene una pallina e schiacciatela delicatamente. Posatela su una teglia foderata. Procedete in questo modo sino ad esaurimento dell’impasto, lasciando un poco di spazio fra un biscotto e l’altro perché in cottura lievitano.

Cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti. Quando i biscotti saranno dorati riponeteli con delicatezza su una gratella e fateli raffreddare completamente.

Nella tradizione americana vanno serviti così come sono, ma se volete dare una spolveratina di zucchero a velo nessuno si lamenterà.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Procedimento con Kenwood: per ottenere la pomata di burro e zucchero utilizzate la frusta K flexy a velocità minima, così come per incorporare l’uovo. Per amalgamare gli altri ingredienti utilizzate la frusta K a velocità minima o 1.
  • Conservateli tranquillamente anche per un paio di settimane in un contenitore a chiusura ermetica… se riuscirete a farli durare così tanto.

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *