Coscette di pollo indiavolate

print
Le coscette di pollo indiavolate sono dedicate a chi ama il piccante. Potrete infatti immaginare dal nome che addentando questo gustoso pollo, le papille saranno parecchio sollecitate, ma sicuramente quando l’avrete terminato lo rimetterete immediatamente in programma.
Buon viaggio in cucina…

 

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti
Cottura 1 ora
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1 kg di fusi d’ala di pollo (o di coscette di pollo)
  • 1 cucchiaino di paprika forte in polvere
  • 2 cucchiaini di paprika affumicata in polvere (oppure una spolverata di peperoncino in polvere)
  • 3 cucchiaini di pasta di zenzero (acquistabile nei negozi bio oppure in alternativa grattugiate dello zenzero fresco sbucciato)
  • Brodo di verdure caldo
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe 5 colori

 

Procedimento

Fiammeggiate le coscette per eliminare l’eventuale peluria presente, sciacquate, tamponate con carta da cucina, poi mettete in una ciotola con 4 cucchiai d’olio, le spezie e mescolate bene con le mani, in modo da impregnare bene ogni coscetta con il condimento e  lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti.

Scaldate il forno a 200°. Foderate la teglia del forno con un tappetino di silicone (io non l’ho atto perché le mie sono in alluminio), disponetevi i fusi di pollo in un unico strato.

Cuocete inforno caldo a 200° per circa 1 ora con modalità statica. Mettete la modalità ventilato negli ultimi 10-15 minuti, in modo che si crei una bella crosticina.

E siamo pronti in tavola!

 

Note

  • Come sempre io utilizzo il tappetino di silicone, perché riutilizzabile, ma se non l’avete potete sostituirlo con carta forno o usare direttamente delle pirofile di ceramica, che vi consentiranno di portare direttamente in tavola la preparazione senza trasferirla prima nei piatti.
  • Ho scelto di tenere la pelle, ma se siete molto temerari e avete un palato a prova di fuoco, potete anche eliminarla e distribuire le spezie direttamente sulla carne. Ovvio poi che la piccantezza dipende sempre dalla quantità di spezie che userete.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

WWW.VIAGGIANDOINCUCINA.COM

www.facebook.com/viaggiandoincucina

barbara@viaggiandoincucina.com

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *