Cotechino in crosta di cavolo nero

print

Questa ricetta è in realtà una rivisitazione di una ricetta artusiana, alla quale ho preferito conferire un sapore più rustico, scegliendo il cavolo nero, che si sposa molto bene col cotechino perché entrambi hanno un sapore deciso. Risulta adattissima come portata le feste.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 30 minuti
Cottura 4 ore
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 1 kg di cotechino fresco
  • 300 gr cavolo nero fresco
  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 1 tuorlo d’uovo
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe 5 colori

 

Procedimento

Anzitutto infilate degli stecchini nel cotechino, distanziati l’uno dall’altro di cerca 4 cm e sfalsati nelle file successive, in modo da creare una sorta di riccio. Mettete il cotechino in una pentola con abbondante acqua fredda e cuocete per almeno 3 ore da bollore.

Nel frattempo lavate il cavolo nero, scolatelo, eliminate le parti finali più dure, tagliatelo a pezzetti e lessatelo in acqua bollente salata per circa 20 minuti, scolatelo e saltatelo in padella con olio, sale e pepe.

Quando il cotechino sarà cotto, toglietelo dall’acqua, fatelo raffreddare, eliminate gli stuzzicadenti e la pelle e ponetelo al centro della sfoglia messa con la sua carta su una placca da forno. Chiudete la pasta sopra al cotechino, sigillatelo sopra e ai lati e tagliate la pasta sfoglia in eccedenza, che potrete usare per creare delle decorazioni da porre in cima alla sfoglia. spennellate con l’uovo leggermente sbattuto.

Cuocete in forno caldo con funzione ventilato, posizionando la placca nel piano più basso, a 220° per circa 15 minuti, finché la sfoglia sarà ben dorata e croccante. Sfornate, lasciate raffreddare per 10 minuti e tagliate a fette spesse, servendo con del purè.

Note

  • Se non avete tempo, potete usare anche il cotechino precotto, pronto in un tempo notevolmente più ridotto. Siate consapevoli che il gusto è comunque diverso.
  • La ricetta originale prevede l’utilizzo degli spinaci al posto del cavolo nero: il gusto sarà più delicato. Procedete facendo appassire in padella antiaderente gli spinaci lavati e centrifugati, ai quali avrete tolto i gambi più duri, poi saltateli in padella come previsto dalla ricetta per il cavolo nero.
  • Se vi avanza della sfoglia, stendete la prima e copritela col secondo lasciando libero il bordo e date una spolverata di formaggio grattugiato. Passate in forno e tagliate a quadretti. Può essere anche un’idea per fare un aperitivo, ovviamente in quantità maggiore.
0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *