Crostatine con pesche bianche e more fresche

print

Piccoli gusci di frolla delicata, alle mandorle, che racchiudono un ripieno in grado di riportare la mente alle cucine di campagna, alla bontà dei dolci preparati dalle nonne, con amore e ingredienti genuini. Il connubio pesche bianche e more è per me qualcosa di irresistibile, aromatico, goloso, pieno e fresco allo stesso tempo. Potranno essere le vostre dolci compagne di inizio mattina per una colazione estiva o amiche della merenda, di certo le adorerete.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 6 persone
Preparazione 30 minuti + riposo della frolla
Cottura 40 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti per la frolla

  • 250 gr farina 0
  • 30 gr farina di mandorle
  • 140 gr burro freddo
  • 80 gr Zuccherissimo (Italia Zuccheri)
  • 1 uovo + 1 uovo

 

Ingredienti per il ripieno 

  • 8 pesche saturnine mature (o in alternativa 4 pesche bianche mature)
  • 18 more mature
  • 35 gr zucchero semolato (io italiano 100% Italia Zuccheri)
  • Scorza grattugiata di ½ limone biologico

 

Procedimento

Iniziate con la frolla: mettete su una spianatoia le farine, lo zucchero e il burro a pezzettini. Lavorate velocemente con le mani creando delle grosse briciole. Unite poi l’uovo leggermente sbattuto, mescolate con una forchetta e lavorate fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.  Fate una palla, appiattitela, chiudete in pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero per 30 minuti.

Nel frattempo sbucciate le pesche ed eliminate i torsoli, poi riducetele a cubetti non troppo piccoli. In una padella mettete 35 gr di zucchero, unite le pesche e cuocete su fuoco medio fino a far sciogliere bene lo zucchero e caramellare leggermente i frutti. Serviranno 2-3 minuti, non di più, perchè le pesche devono rimanere sode.

Trascorso il tempo di riposo della frolla, prelevatela, lavoratela per pochi secondi sul tagliere infarinato per ridarle elasticità e tiratela con il mattarello allo spessore di 3 mm circa. Poi ritagliate dei tondi più grandi delle vostre formine di un paio di cm. Prendete i ritagli, impastate nuovamente e procedete sino a quando avrete ultimato di foderare le vostre formine. Fate aderire bene la frolla ai bordi pigiando leggermente con le dita, poi forate il fondo con una forchetta.

In ogni formina mettete un pezzetto di carta forno e riempite con fagioli secchi o le apposite sferette di ceramica. Cuocete in forno caldo a 200° per 12 minuti mettendo la teglia nel livello più basso del forno.
Trascorso il tempo della prima cottura estraete la teglia, eliminate sferette di ceramica e carta forno facendo bene attenzione a non scottarvi, e spennellate l’interno delle crostatine con l’uovo rimasto leggermente sbattuto. Poi rimettete in forno per 5 minuti a 200°, sempre posizionando nel piano più basso. In questo modo si creerà una sorta di pellicola protettiva che impedirà al sughetto delle esche di bagnare la frolla, lasciandola friabile.
Prelevate le crostatine, farcitele con le pesche e le more, spolverate con un poco di zucchero a velo e cuocete in forno caldo a 200° per 10 minuti.

Quando sfornate le crostatine, attendete che si raffreddino prima di sformarle, perchè da calde sono molto delicate. Completate con una generosa spolverata di zucchero a velo… e siamo pronti in tavola!

Note

  • Se volete, potete fare un’unica crostata utilizzando uno stampo da 26 cm, aumentando di 2 pesche il quantitativo previsto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *