Frittura mista in pastella di mais e riso

print

Che fare con una cassetta di delizie dell’orto regalatami da un amico agricoltore? Ovvio, una frittura super croccante. Questa è il risultato di quello che avevo, ma voi potete togliere e/o aggiungere tutte le verdure che volete, e fare anche una versione invernale se preferite.
Buon viaggio in cucina…

 

Dosi per 6 persone
Preparazione 30 minuti + 30 minuti di riposo della pastella
Cottura 45 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 3 melanzane lunghe grosse
  • 2 pomodori giganti (oppure dei cuor di bue ben maturi)
  • 3 patate novelle grandi

 

Ingredienti per la pastella

  • 100 gr farina di mais fioretto
  • 150 gr farina di riso
  • 3 cucchiai di farina 0
  • 200 ml birra bavarese fredda
  • 100 ml acqua oligominerale naturale fredda
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere per torte salate
  • Pepe nero
  • Sale

 

Procedimento

Anzitutto preparate la pastella: mettete le farine in una ciotola capiente, unite il lievito, la curcuma e incorporate man mano l’acqua, mescolando continuamente con una frusta a mano. A questo punto incorporate anche la birra, sempre mescolando con la frusta. Regolate di sale e pepe e mettete a riposare per mezz’oretta.

Nel frattempo eliminate il picciolo delle melanzane e tagliatele a rondelle spesse 0,5 cm. Mettete in acqua fredda e sale, in modo che cedano l’amaro.

Lavate i pomodori e fateli a fette spesse sempre 0,5 cm, poi mettete a sgocciolare in un colino. Sbucciate le patate, tagliatele con la forma che preferite e mettetele in acqua fredda, cambiandola finché rimarrà trasparente: in questo modo eliminerete l’amido e il fritto sarà molto croccante.

Scolate le melanzane e le patate e tamponatele con un canovaccio pulito per asciugarle.

Scaldate l’olio e friggetevi poche verdure per volta, che passerete man mano nella pastella, dopo che l’avrete mescolata ulteriormente. Le patate NON vanno pastellate.

Quando le verdure saranno ben dorate, scolatele su carta assorbente, salatele e servitele subito.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • I pomodori giganti sono una varietà di pomodoro simile ai cuor di bue, solo che hanno dimensione più che doppia rispetto a questi. All’interno hanno pochissimi semi, ed ecco perché sono adatti ad essere fritti, così come i classici cuor di bue. Mi raccomando però di prendere pomodori ben maturi.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *