Gnocchi al pomodoro fresco e ricotta salata

print

Personalmente credo che un piatto di gnocchi al pomodoro sia un eccellente modo per risolvere un pranzo, e il tocco della ricotta salata dona un notevole carattere ad una pietanza dal gusto semplice, bilanciando il dolce del pomodoro.
Buon viaggio in cucina…

 

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 15 minuti
Cottura 15 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 800 gr gnocchi di patata
  • 500 gr pomodorini ciliegia
  • 10 foglie di basilico
  • Ricotta salata
  • 1 cipolla
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe bianco

 

Procedimento

Lavate i pomodorini, eliminate il picciolo, divideteli in 4 spicchi ed eliminate i semi. Sbucciate la cipolla e tritatela grossolanamente, poi sciacquate e tamponate le foglie di basilico.

In una padella mettete 4 cucchiai d’olio e soffriggetevi la cipolla, in seguito unite i pomodorini, fateli insaporire, aggiungete un poco d’acqua, salate, pepate e cuocete per circa 15 minuti a fuoco medio. A metà cottura controllate che la salsa non sia troppo asciutta e nel caso aggiungete un altro pochino d’acqua. A 10 minuti dal termine di cottura unite le foglie di basilico.

Passati i 15 minuti frullate metà dei pomodorini con un frullatore a immersione, regolate di sale e pepe tenendo in caldo.

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata e addizionata con un goccio d’olio e quando verranno a galla, prelevateli con una schiumarola mettendoli direttamente nella padella con il sughetto di pomodoro, saltandoli senza mescolarli, altrimenti rischiate di romperli.

Impiattate e completate con una generosa grattata di ricotta salata.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Per ridurre i tempi di cottura, potete sostituire i pomodorini freschi ad un sughetto di pomodoro, preferibilmente fatto in casa, e procedete come da ricetta facendo cuocere per una decina di minuti.
  • Per i bambini è possibile che non risulti gradito il sapore forte della ricotta, che potrete tranquillamente sostituire con delle scaglie di grana o di parmigiano.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *