Involtini di verza ripieni di macinato e gorgonzola

print

Un ripieno di macinato e gorgonzola lavorati assieme che regalano tantissimo gusto nella loro “gabbia” di foglie di verza. Belli da vedere e buoni da mangiare saranno un secondo piatto ideale da servire per cena in famiglia e accompagnate con del pane caldo per fare la scarpetta con il sughetto che rimane nella padella… saranno irresistibili.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti
Cottura 20 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1 caspo di verza
  • 2 scalogni
  • 250 gr gorgonzola dolce
  • 600 gr macinato misto
  • 1 cucchiaio di erbe aromatiche tritate finemente (io ho utilizzato maggiorana, timo, rosmarino)
  • ½ spicchio di aglio tritato finissimo
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe nero

Procedimento

In una ciotola mettete le erbe aromatiche e l’aglio tritati, il macinato e il gorgonzola. Regolate di sale e amalgamate con le mani, lavorando il composto per renderlo omogeneo. Lavate le foglie di verza ed eliminate la costola centrale più grossa e dura di ogni foglia, badando di non staccare completamente i due lati.

Prendete le 8 foglie più grandi e disponete su ognuna un poco di composto di carne creando un salsicciotto.
Unite la parte bassa tagliata di ogni foglia e arrotolatela su se stessa. Mettete poi gli involtini di verza su un piano con la parte aperta sul basso, così non si aprirà.
Tagliate le foglie di verza avanzate e soffriggetele in padella assieme allo scalogno sbucciato e affettato sottile.  cuocete su fiamma bassa fino a quando la verza inizierà ad appassire. Regolate di sale e pepe.
Se vi avanza del macinato potete fare dei piccoli hamburger da cuocere in padella assieme agli involtini. Regolate di sale e pepe e dopo un paio di minuti disponete nella padella gli involtini di verza e cuocete coperto per 15 minuti su fiamma medio-bassa.

Note

  • Non utilizzate molto olio per il soffritto, piuttosto unite un paio di cucchiai di acqua, perché il grasso del macinato si scioglierà in cottura.
0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *