Kofta di cavolfiore

print

I kofta sono delle polpette tipiche dell’India. Ne esistono moltissime varianti, quella che vi propongo io è tipicamente invernale, fatta con cavolfiore bianco. Una ricetta antica che vi renderà facile far mangiare anche ai bambini il cavolfiore e i ceci. Il tutto è da servire con una deliziosa salsa di pomodoro leggermente piccante: per i bimbi sostituite la paprika affumicata con quella dolce.
Buon viaggio in cucina…

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti
Cottura 20 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 700 gr cavolfiore tritato fine con le sue foglie
  • 3 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaio di coriandolo semi in polvere
  • 200 gr farina di ceci
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate (preferibilmente biologico)
  • 5 cucchiai di acqua minerale naturale
  • Sale fino
  • Pepe nero
  • Abbondante ghī (burro chiarificato) oppure olio di arachidi per friggere

+ 500 ml passata di pomodoro
+ olio extravergine di oliva
+ ½ cucchiaino di paprika affumicata (se mangiano anche dei bambini sostituite con della paprika dolce)

 

Procedimento

In una casseruola scaldate 5 cucchiai di olio, unite la paprika affumicata e poi la passata di pomodoro. Cuocete per una decina di minuti, regolate di sale e tenete da parte.

Lavate il cavolfiore e grattugiatelo con la grattugia a fori grossi. Eliminate la costola dura centrale dalle foglie e tritate grossolanamente il verde.

Mettete in una ciotola il cavolfiore grattugiato e le foglie tritate, unite il prezzemolo, la curcuma, il coriandolo in polvere e il pepe macinato. Unite la farina di ceci, il lievito, l’acqua e regolate di sale.
Mescolate molto bene il composto e formate delle palline grosse come una noce (quantitativo di circa mezzo cucchiaio da minestra).
Friggetene poche per volta in olio (o ghī) caldo fino a quando saranno dorate. Scolatele su carta assorbente e proseguite in questo modo fino ad esaurimento del composto.

Servite i kofta ben caldi con la salsa di pomodoro calda.

E siamo pronti in tavola!

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *