La costa marchigiana e il Monte Conero

viaggi 0 comments
print

Marche (AN/FM) – Km 300 – Senigallia – Sirolo – Torre  Palme

La famosa costa marchigiana di Sirolo e Numana, nell’incanto del blu, protetta dal Monte Conero, in sella alla moto scoprendo il romantico borgo di Torre Palme.

 

 

 

 

Questa è la storia di un ponte festivo che ci ha portati a fare un bellissimo viaggio alla scoperta delle Marche e della Toscana. Siamo passati dai paesaggi marittimi a quelli collinari, rimanendo incantati per le bellezze naturali che abbiamo scovato. Il percorso parte da Senigallia (AN), città  fondata tra il 289 e il 283 a.C. Sorge alla foce del fiume Misa e la sua spiaggia viene definita di “velluto” oltre a essere Bandiera Blu dal 1997.

Il nome significa antica Gallia e viene anche dal fatto che il popolo fondatore era quello dei Senoni, una tribù gallica. Senigallia ha una lunghissima storia, che si intreccia con i Malatesta, con i Della Rovere e con i Borgia, in particolare con il famoso Cesare Borgia, figlio di Papa Alessandro VI e personaggio principale de Il Principe di Machiavelli (opera che ho sempre reputato discutibile per i contenuti ma che ha fatto storia). Senigallia è anche famosa per aver dato i natali a Papa Pio IX, conosciuto dalla storia come l’ultimo Papa-re.

Da Senigallia ci rechiamo verso Sirolo e il Monte Conero.

Sirolo (AN) è un paesino che si erge a sud del Monte Conero (che vedete nella foto accanto) a 125 metri s.l.m. e il nome viene da Sirio, un condottiero al quale Giustiniano I donò questo territorio dopo la sconfitta dei Goti attorno all’anno 540. Nel XII sec. venne venduta alla città di Ancona da parte dei suoi proprietari, i signori Cortesi, in cambio di un titolo nobiliare. Due secoli dopo passò allo Stato Pontificio. E dalla terrazza panoramica in piazza ecco la vista…

Per chiudere in bellezza il giro, proseguendo nel costeggiare la costa, si arriva a Porto San Giorgio, e da qui si va verso l’interno per arrivare a Torre Palme, un piccolo borgo medioevale, arroccato a 120 metri s.l.m. eretto con scopo di difesa sai pirati e la vista che si gode da questa terrazza naturale sul mare è spettacolare: di notte suggestivo e affascinante e di giorno meraviglioso per colori e per panorama.

Perfetta conclusione di un viaggio in moto in coppia… ma non solo…

 

Info strade

Le strade sono tenute mediamente bene, un poco noiose perché sono presenti molti tratti costituiti da strade extraurbane principali, quindi con lunghi dritti. I panorami non mancano mai però.

Dove dormire

Hotel Cristoforo Colombo – Km. 310, Strada Statale Adriatica, Osimo (AN) – C.A.P. 60027 – Tel. 071 710 8994: albergo di nuova costruzione, molto pulito e ordinato. Colazione abbondante con croissant, succhi, crostate, salato… Unica annotazione: chiedete una camera che non dia sulla strada, perché le finestre fanno passare molto rumore.

 

Ricetta collegata

Orate al sale

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *