Ossibuchi in umido

print

Gustosi e ideali per le cene autunnali, questi ossibuchi in umido sono un secondo piatto confortevole e aggraziato nel gusto. Accompagnatelo ad una fresca insalata verde oppure ad un delizioso purè di patate, ma perché no, anche ad una bella polenta gialla o taragna, a seconda del vostro gusto.
Buon viaggio in cucina…

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 10 minuti
Cottura 40 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 4 ossibuchi
  • 3 cucchiai di base da soffritto tritata (carota, sedano e cipolla)
  • 1 bicchiere di brodo di carne caldo
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • Scorza grattugiata di un limone
  • Farina bianca
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • Sale
  • Pepe nero

Procedimento

Tagliate con le forbici in alcuni punti la pellicina nervosa che contorna gli ossibuchi, in modo che in cottura non si arriccino, poi passateli nella farina che avrete messo su un piatto piano.

In una padella ampia (vedi note) fate scaldare l’olio su fiamma media, soffriggete la base da soffritto, unite gli ossibuchi, alzate la fiamma e fateli dorare da entrambi i lati. Abbassate la fiamma, sfumate col vino e quando la parte alcolica sarà evaporata aggiungete un poco di brodo, coprite e fate cuocere su fiamma bassissima per circa 30 minuti.

Trascorso questo tempo togliete il coperchio, unite la scorza di limone e il prezzemolo, regolate di sale e pepe e cuocete per altri 5 minuti, sempre a fiamma bassa, e scoperto.

Servite gli ossibuchi irrorandoli col fondo di cottura e completate con purè, polenta o insalata come gradito.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Padella: l’ideale è utilizzare padelle abbastanza ampie da poter contenere gli ossibuchi in un unico strato, e che abbiano un fondo spesso, in modo da avere un calore più omogeneo. Ottimale la scelta di una casseruola in terracotta.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *