Pancarré integrale ai semi

print

Per chi desidera un bel pancarrè soffice, fragrante e anche sano, ecco qui per voi questa versione integrale con tanti semi misti. Perfetto per i vostri panini e toast, da farcire come preferite, ha un alto contenuto di fibre, i benefici donati dalle vitamine contenute nei semi e non contiene burro, che ho sostituito con olio extravergine di oliva. Risulta leggero e digeribile, ottimo, sempre, in ogni momento della giornata, anche per colazione accompagnato da una bella marmellata, magari fatta in casa.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 2 stampi 30×10 cm
Preparazione 20 minuti + 3 ore di lievitazione
Cottura 50 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 800 gr farina integrale macinata a pietra
  • 200 gr semola di grano duro
  • 580 gr acqua minerale naturale
  • 100 gr di semi misti (es. lino, sesamo, girasole, zucca)
  • 40 gr olio extravergine di oliva
  • 8 gr lievito di birra secco (24 gr lievito di birra fresco che andrà messo direttamente nella farina assieme ai liquidi)
  • 18 gr sale fino
  • 1 ½ cucchiaino di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco

 

Procedimento

In una ciotola mettete le farine setacciate, i semi e il sale e mescolate. Scaldate l’acqua a 40° (se non avete il termometro per alimenti usate acqua a temperatura ambiente) e scioglietevi zucchero, poi unite il lievito secco, mescolate un attimo e lasciate riposare. Quando il lievito avrà creato una schiumina densa in superficie.

Versate nella ciotola con la farina, unite olio e aceto e mescolate con una forchetta: non deve diventare una “pappetta” ma semplicemente non devono esserci liquidi liberi. Trasferite tutto su una spianatoia di legno e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto, ma morbido.

Dividete l’impasto a metà, fate di ognuna un salsicciotto lungo circa 80 cm (poco più del doppio della lunghezza dello stampo) e attorcigliatelo su se stesso.

Mettete negli stampi, coprite con un canovaccio pulito e umido e lasciate lievitare per circa 3 ore, o comunque fino al raddoppiamento del volume.

 

Trascorsa la lievitazione l’impasto avrà raddoppiato il proprio volume.

Cuocete il pane in forno caldo a 210° per 50 minuti nel piano più basso del forno sulla griglia. Sfornate e dopo un paio di minuti sformate il pane dagli stampi. Lasciate raffreddare su una gratella prima di tagliarlo.


Note

  • Conservazione: una volta freddo, tagliate il pane a fette spesse circa 1 cm e confezionatelo in sacchetti da freezer. Chiudete e congelate. Quando ne avrete bisogno potrete mettere le fette direttamente in forno caldo a 250° per 6 minuti con modalità ventilato, oppure lasciarle a temperatura ambiente un’oretta prima di consumarlo.

Seguitemi su Instagram 

Seguitemi su YouTube

1Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *