Pissaladiere

print

La pissaladiere è uno dei piatti più conosciuti della cucina nizzarda. Una meravigliosa base di focaccia e condita con cipolle, acciughe e olive nere prima di essere cotta in forno. Il suo nome viene dal fatto che un tempo veniva condita con un purè di acciughe e sarde, una versione leggermente diversa da quella odierna. La ricetta sorella è la piscialandrea ligure, altrettanto golosa.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per una teglia 35 cm di diametro
Preparazione 20 minuti + 2 ore 30 minuti di lievitazione
Cottura 45 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti per la base

  • 14 gr lievito di birra fresco
  • 250 gr farina 0
  • 140 gr acqua minerale naturale
  • 20 gr olio extravergine di oliva
  • ½ cucchiaino di sale fino

 

Ingredienti per il condimento

  • 5 cipolle – circa 550 gr da pulite (in primavera potete usare anche i cipollotti come ho fatto io, guardate nelle note)
  • 2 spicchi di aglio tritati finemente
  • 100 gr olive nere (peso sgocciolato)
  • 20 gr filetti di acciughe sott’olio
  • 1 cucchiaio di erbe aromatiche miste (timo e alloro o erbe provenzali)
  • Sale fino
  • Olio extravergine di oliva

 

Procedimento

Mettete la farina setacciata in una ciotola con il sale, mescolate, unite il lievito sbriciolato e aggiungete olio  e acqua quindi mescolate con una forchetta fino a fare assorbire i liquidi (non dovete ottenere una pappetta). Trasferite tutto su una spianatoia e impastate per alcuni minuti, fino a ottenere un impasto liscio, omogeneo e morbido. Fatene una palla, mettete in una ciotola di plastica, coprite con un canovaccio umido e pulito e fate lievitare a temperatura ambiente per 1 ora.

Trascorso questo tempo impastate nuovamente per un paio di minuti, fate una palla e rimettete a lievitare per 1 ora e 30 minuti.

Nel frattempo sbucciare le cipolle ed eliminare le radici (per i cipollotti anche la parte verde), quindi affettatele sottilmente e mettetele in una padella dove avrete scaldato 5 cucchiai di olio. Coprite con un coperchio e fate sudare per una decina di minuti su fiamma medio-bassa. Trascorso questo tempo togliete il coperchio, regolate di sale e pepe, unite le erbe aromatiche, l’aglio e fate asciugare il liquido cuocendo sempre su fiamma medio-bassa.

Trascorsa la seconda lievitazione prendete l’impasto e stendetelo in forma circolare direttamente su una teglia unta nel centro. Spennellate la superficie con olio extravergine di oliva e distribuite le cipolle, le acciughe e le olive

Cuocete in forno caldo a 200° per 30 minuti. Tagliate a pezzi e servite subito… e siamo pronti in tavola!

Note

  • La forma classica della pissaladiere è rotonda, ma nulla vieta a voi di utilizzare altre forme più pratiche, come la rettangolare delle teglie da forno.
  • Le cipolle dorate sono quelle utilizzate nella ricetta classica, ma avendo io eseguito questa ricetta in primavera, ho preferito usare dei bei cipollotti, perché in questa stagione le cipolle non sono molto buone e tendono a marcire velocemente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *