Pizza – impasto base con farina 0 pronto in 2 ore

print

In Italia la pizza è più una fede che una pietanza. Fa parte della nostra storia, e la pizza Margherita, come sai, ha addirittura un legame reale. Ne esistono molteplici versioni di impasto, con tipi di lavorazione e lievitazione differenti (ad esempio QUI puoi trovare l’impasto secondo Bonci) e con mix di farine delle più svariate. Ebbene, in questo caso ti do la versione più semplice e basilare che esiste. In 2 ore l’impasto è pronto per essere farcito e cotto, ma soprattutto sarà comunque digeribile e delizioso. Segui alla lettera le mie indicazioni, e prova tutte le farciture che ti piacciono. Nelle note troverai le indicazioni per il pomodoro e la mozzarella
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 2 pizze rettangolari
Preparazione 20 minuti + 2 ore di lievitazione
Cottura 40 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti
500 gr farina 0
300 gr acqua a temperatura ambiente
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini rasi di sale
12 gr lievito di birra fresco (oppure 4 gr lievito di birra secco da riattivare come previsto sulla confezione)
Sale
Pepe nero

 

Procedimento

In una capiente ciotola di plastica metti la farina e il sale, mescola e unisci il lievito sbriciolato, l’acqua e l’olio. Mescola con una forchetta per far assorbire i liquidi (non devi fare una pappetta, solo avere liquidi non liberi in modo da gestire meglio la lavorazione). Trasferisci su una spianatoia e impasta per 5 minuti, in modo da avere un bell’impasto liscio, omogeneo e con un glutine ben sviluppato che possa sopportare la lievitazione.

Fai una palla, e mettila a lievitare per 2 ore in una ciotola di plastica (vedi note), coprendo con un canovaccio pulito e spruzzato con acqua (non deve essere bagnato, solamente umido) che metterai a campana, ossia leggermente aderente alla palla di impasto.

A lievitazione ultimata, ossia quando l’impasto avrà raddoppiato il proprio volume, prendi la palla, dividila a metà e su una spianatoia infarinata tirala con un mattarello in un rettangolo a misura della teglia (cm 40×30).

Ungi unicamente il centro della teglia, altrimenti non potrai far aderire l’impasto ai bordi. Metti il rettangolo di pasta nella teglia e tira coprendo tutta la superficie. Spennella di olio e distribuisci la passata.

Cuoci in forno caldo a 210° per 15 minuti posizionando nel penultimo livello. Sforna, termina di farcire unendo la mozzarella e tutti gli ingredienti che desideri, poi inforna nuovamente per altri 15-20 minuti.

Tieni presente che più il forno va più le pizze si cuoceranno velocemente, quindi tienile sotto controllo durante la cottura.

Note

Passata di pomodoro fatta in casa – ricetta QUI 

Pomodori pelati fatti in casa – ricetta QUI

Perché la ciotola di plastica? Semplicemente perché è un materiale “caldo” rispetto a vetro e acciaio, e di conseguenza più adatto a creare il clima idoneo alla lievitazione… quel teporino che piace al lievito di birra per capirci.

Per farcire 2 pizze di seguito i quantitativi base, che potrai aumentare o diminuire secondo i tuoi gusti: 800 ml di passata di pomodoro, 4 cucchiai di origano secco, olio extravergine di oliva, 6 mozzarelle fior di latte-

Per avere mozzarelle che non perdano liquido in cottura: scolale alcune ore prima della cottura dal loro liquido di governo, strappale a pezzi e mettile a sgocciolare in uno scolapiatti grande.

Io spesso utilizzo i miei pomodori pelati per la pizza (stesso quantitativo della passata indicato sopra), li schiaccio con una forchetta e poi li cuocio per asciugarli con olio, sale e origano secco.

Seguitemi su Instagram 
– storie e contenuti inediti – 

Seguitemi su Youtube
nuovi video ogni settimana – 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *