Pizza in padella – senza lievito di birra e senza forno

print


Il problema di recuperare lievito di birra, fresco o secco, in questi giorni di quarantena, crea molti problemi alle flotte di italiani che si sono giustamente messi ai fornelli per fare tante ricette lievitate, che sono poi quelle che danno anche le maggiori soddisfazioni. Ci sono però soluzioni alternative per fare anche la pizza. Non sto neanche a dirlo… il lievito chimico e il lievito di birra NON sono intercambiabili. Ossia, il lievito chimico è così definito perché “gonfia” le preparazioni grazie alla reazione che si innesca col calore, invece il lievito di birra crea una lievitazione vera e propria dell’impasto tramite una reazione microbatteriologica. È evidente che il risultato finale non potrà essere uguale ne’ per gusto, ne’ per alveolatura, ma comunque questa pizza rimane una soluzione furba, veloce e salvacena, salvamerenda, salvavoglino di pizza. Ai miei corsi di cucina è gettonatissima e piace veramente tanto. Adesso vi spiego come fare, ma è proprio facile.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 pizze
Preparazione 15 minuti
Cottura 10 minuti circa per ogni pizza
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 200 gr farina integrale macinata a pietra
  • 100 gr farina 0
  • 300 gr semola
  • 400 gr acqua minerale naturale
  • 18 gr lievito per torte salate (se possibile, è meglio quello in vendita nei negozi di prodotti naturali, fatto con bicarbonato di sodio e tartrato di potassio)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva + quello per la cottura
  • 4 cucchiaini rasi di sale fino
  • Farcitura a piacere (io ho utilizzato mozzarella – occhio alle note – passata di pomodoro, pomodorini, origano fresco, prosciutto cotto)

 

Procedimento

In una ciotola mettete le farine, il lievito e il sale, mescolate bene. Unite acqua e olio, mescolate bene con una forchetta per fare assorbire i liquidi (non deve venire una pappetta, non devono esserci liquidi liberi), poi trasferite su una spianatoia di legno e impastate fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Dividete in 4 parti uguali (è meglio pesare per sicurezza), impastate ancora un poco per dare una bella forma tonda e fate riposare per circa 10 minuti, in modo che il glutine si rilassi e possiate tirare l’impasto più facilmente.

Trascorso questo tempo, tirate ogni palla di impasto con forma tonda, utilizzando il mattarello, allo spessore di 2-3 millimetri. Avendo un impasto che crescerà di volume grazie a una reazione chimica, non è necessario avere accortezze particolari per preservare un’alveolatura che non esiste.

Scaldate un testo, oppure una piastra leggermente unta di olio, quindi posizionate il disco di impasto. Spennellate la superficie con un poco di olio, distribuite il pomodoro, e coprite completamente con un coperchio che non vada a contatto con la superficie della pizza e non faccia fuoriuscire vapore e proseguite la cottura su fiamma medio-alta per 4-5 minuti.

Trascorsi questi primi minuti di cottura la vostra pizza apparirà così…

A questo punto distribuite la mozzarella e gli altri ingredienti che desiderate e che andrebbero in forno, poi coprite ancora la pizza e cuocete per altri 5-6 minuti.  A termine cottura potete aggiungere eventuali ingredienti come prosciutto cotto o simili, come fareste con la pizza tradizionale in uscita dal forno.

Ovviamente questa pizza non può avere una mozzarella dorata in superficie con questa tecnica di cottura, per cui, se lo desiderate, potrete anche cuocerla in forno caldo a 210° per circa 12-15 minuti, funzione statico e teglia nel piano più basso del forno.

Note

  • Se usate la mozzarella per la vostra pizza in padella, ricordate di eliminare il liquido di governo, strapparla a pezzetti con le mani e metterla in un colino per un paio d’ore, così che possa perdere liquidi in eccesso che poi bagnerebbero la vostra pizza in cottura. E’ buona abitudine fare altrettanto con i pomodori tagliati, per eliminare l’acqua in eccesso.

 

  • Se volete fare la passata di pomodoro cliccate QUI e per i pomodori pelati QUI

 

Seguitemi su Instagram

Seguitemi su Youtube

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *