Pollo al curry

print

Il pollo al curry è uno dei piatti indiani più famosi nel nostro Paese, di semplice esecuzione viene arricchito sul finale dalla panna, che regala una cremosità molto golosa. Tradizionalmente il pollo al curry viene accompagnato da un profumatissimo riso lessato di qualità basmati.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 15 minuti + 10 minuti di riposo
Cottura 25 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1 kg petto di pollo intero
  • 400 gr riso basmati
  • 4 cucchiaini curry in polvere
  • 1 carota
  • 1 cipolla dorata
  • 2 bicchieri di latte
  • Peperoncino in polvere (facoltativo)
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • 200 gr panna da cucina
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe 5 colori

 

Procedimento

Sbucciate la cipolla e tritatela finemente. Eliminate gli apici della carota, lavatela e tritatela finemente. Tagliate il pollo a metà nel senso dello spessore, poi fatene delle strisce larghe 2 cm circa e tagliate ancora per creare dei cubetti di carne. Metteteli in una ciotola con il curry e un filo di olio. Mescolate e fate riposare per 10 minuti.

Scaldate un poco di olio in una casseruola antiaderente, soffriggetevi le verdure tritate e unite il pollo con il condimento. Fate rosolare a fuoco alto finché i cubetti saranno ben dorati da tutti i lati e iniziate a lessare il basmati in abbondante acqua bollente e salata (circa 15 minuti), scolatelo e conditelo con un poco di olio.

Dopo aver rosolato il pollo sfumatelo col vino, e quando la parte alcolica sarà evaporata, aggiungete il latte e la panna. Proseguite la cottura a fiamma media finché il sughetto si sarà un poco addensato, cioè circa 10 minuti. Se non dovesse addensarsi abbastanza, unite mezzo cucchiaio di amido di mais setacciato e mescolate bene.

Regolate il pollo di sale e pepe e aggiungete una spolverata di peperoncino in polvere, se gradita. Servite il riso con il pollo in un piatto da portata o direttamente porzionato nei singoli piatti.

Note

  • Preferite il petto intero a quello a fette per due motivi: anzitutto i bocconcini verranno più grossi e regolari, altrimenti avrete degli straccetti, e poi costa meno.
0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *