Quiche lorraine

print

La quiche lorraine è un piatto tradizionale della cucina francese, precisamente della zona della Lorena, con un guscio friabile di pasta briseé e una farcitura ricca di formaggio, uova e pancetta affumicata. Perfetta per essere consumata calda ma anche a temperatura ambiente.
Buon viaggio in cucina…

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti + 30 minuti riposo in frigorifero
Cottura 40 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti per la pasta briseé

  • 240 gr farina 0
  • 150 gr burro freddo a pezzetti
  • 6 cucchiai di acqua minerale naturale fredda

Ingredienti per il ripieno

  • 300 gr panna da cucina
  • 200 gr pancetta affumicata
  • 2 uova
  • 150 gr gruviera grattugiato
  • Sale
  • Noce moscata
  • Pepe nero

+ un poco di albume

 

Procedimento

Anzitutto preparate la briseé: mettete in una ciotola la farina setacciata e il burro freddo a pezzettini piccoli. Lavorate creando delle grosse briciole, poi unite i cucchiai di acqua fredda e impastate velocemente, ottenendo un composto liscio e omogeneo dalla consistenza soda. Fate una palla, chiudete con pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero per 30 minuti.

Nel frattempo preparate il ripieno mettendo in una ciotola in gruviera, le uova e la panna, mescoalte bene e unite sale, pepe e un pizzico di noce moscata. Sbollentate per pochi minuti in acqua bollente la pancetta, poi sgocciolatela e unitela al composto.

Trascorso il tempo di raffreddamento della pasta stendetela a forma rotonda su un piano infarinato, poi foderatevi una tortiera, bucherellate il fondo, coprite con della carta forno e riempite con fagioli secchi (che non potrete più utilizzare per essere mangiati) o fagioli di ceramica. Cuocete in forno caldo a 220° per 15 minuti, poi eliminate i fagioli, la carta forno, spennellate il fondo con l’albume, rimettete in forno un paio di minuti e versate il ripieno di panna e formaggio e rimettete in forno per 20 minuti.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Fagioli secchi: se li usate per la cottura cieca li potrete utilizzare molte volte per questa tecnica ma non sono più commestibili.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *