Risotto giallo alla milanese

print

Non tutti sanno che di risotto alla milanese ne esistono due versioni, e quella che vi do in questa ricetta, cioè quella del risotto giallo alla milanese, è certamente quella più famosa e apprezzata in tutto il mondo, non solo in Italia.
Buon viaggio in cucina…

 

 

Dosi per 4 persone
Preparazione 5 minuti
Cottura 20 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 400 gr riso Carnaroli
  • 1, 5 litri di brodo di carne caldo
  • 1 cipolla dorata piccola
  • 40 gr burro
  • 50 gr midollo (facoltativo)
  • 1 bustina di zafferano (oppure 1 cucchiaino di stigmi di zafferano se lo trovate di buona qualità)
  • 50 gr grana grattugiato
  • sale

Procedimento

Sbucciate e tritate molto finemente la cipolla. In un tegame fate sciogliere metà del burro e soffriggetevi la cipolla. Unite il riso e tostatelo bene. A questo punto potrete unire un mestolo di brodo caldo, aggiungendone altro quando starà per assorbirsi completamente. Proseguite la cottura per il tempo indicato sulla confezione. Trascorsi i primi 10 minuti di cottura unite lo zafferano che avrete sciolto in poco brodo. Salate e mescolate un poco per distribuire bene il colore e il sapore.

A termine cottura togliete la pentola dal fuoco, unite il burro rimasto e il grana grattugiato e mescolate bene per ottenere una mantecatura omogenea. Se avrete un risotto cotto al dente, morbido e saporito avrete raggiunto un risultato perfetto.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Trattiamo in questa occasione anche un problema annoso, inerente il fatto di girare o meno il risotto. Ebbene, molti chef sostengono che debba essere mescolato il meno possibile in cottura, avendo l’accortezza di aggiungere al momento opportuno il brodo così da non farlo attaccare. Questo poiché mescolando troppo, i chicchi rilasciano l’amido e non si ottiene una buona cottura.
  • La tradizione vera, quella dura e pura per intenderci, vuole assolutamente il midollo di bue, che io ho preferito eliminare nella mia versione. Se volete inserirlo darà sicuramente più sapore, e potete farlo mettendo il midollo a soffriggere assieme alla cipolla.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *