Stinco di maiale al burro e pepe con bastoncini di polenta fritta

print

Lo stinco, si sa, è uno dei piatti tipici della Germania, e va sicuramente a braccetto con un bel boccale di birra, come da tradizione. In questo caso ho però scelto di utilizzare un vino bianco per ingentilire il fondo di cottura che andrà poi a condire le carotine grattugiate. La cottura in forno crea un fondo di cottura gustosissimo che andrà poi a condire le carote in accompagnamento. Lo stinco, che risulterà tenero e saporito grazie alla lunga cottura, sarà anche accompagnato da fette di polenta taragna (la mia passione) fritta. Ne risulta un piatto sostanzioso, che invoglia all’assaggio solo a vederlo. Sarà apprezzatissimo da tutti e potrà imbandire la tavola della domenica senza far rimpiangere un bell’arrosto.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 15 minuti
Cottura 3 ore 30 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 4 stinchi di maiale
  • 4 carote grandi
  • 2 scalogni
  • 60 gr burro
  • 250 ml vino bianco
  • Brodo di carne caldo
  • Pepe 4 stagioni
  • Sale fino

 

Ingredienti per i bastoncini di polenta

  • 200 gr farina di mais bramata
  • 50 gr farina taragna
  • 1 litro di acqua minerale naturale
  • 1 cucchiaio di sale grosso
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

+ farina di mais bramata
+ olio di arachidi per friggere

Procedimento

Massaggiate gli stinchi con abbondante pepe. Lavate le carote e spuntatele, poi tagliatele per il lungo in 3 fette, tagliatele ancora a metà e create dei dadi. Sbucciate lo scalogno, eliminate la radice, tagliatelo per il lungo e affettatelo non troppo sottile.
Sciogliete il burro in una casseruola a fondo pesante (ideale se di ghisa) e rosolatevi gli stinchi su tutti i lati. Sfumate col vino, e quando non sentirete più odore di alcol aggiungete un mestolo di brodo di carne caldo e le verdure tagliate. Regolate di sale e mettete in forno caldo a 180°, coperto col coperchio, e cuocete per 2 ore posizionando nel piano più basso del forno.
Nel frattempo portate a bollore l’acqua col sale e l’olio (preferibilmente in una padella antiaderente o quella apposita per polenta), poi unite a pioggia la farina di mais mescolando con una frusta a mano. Fate cuocere per 1 ora su fiamma bassa semicoperto mescolando molto spesso. Quando la polenta sarà cotta, trasferitela in una pirofila di ceramica facendo uno strato omogeneo alto un paio di centimetri e fate raffreddare completamente. Poi tagliate a bastoncini, passateli da tutti i lati nella farina di mais, scrollateli bene e friggeteli in olio ben caldo fino a quando saranno dorati e croccanti. Scolate su carta assorbente e regolate di sale.

Irrorate di tanto in tanto col fondo di cottura. Trascorse le prime due ore scoperchiate, mettete nel ripiano intermedio e proseguite la cottura per un’altra ora.
Servite gli stinchi con le verdure e il fondo di cottura accompagnando con i bastoncini di polenta fritti e caldi.

1Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *