Stinco di maiale alla birra con patate al forno alla paprika

print

In commercio trovate gli stinchi precotti che dovete solo scaldare, ma in questa ricetta, decisamente più lunga, ma altrettanto decisamente di gusto esponenzialmente fantastico, potrete portare in tavola un vero stinco, tenerissimo, saporito, veramente da leccarsi i baffi. E ricordate che è anche semplice da eseguire: la lunghezza della cottura non c’entra assolutamente nulla con la difficoltà, tutt’altro.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 10 minuti + 2 ore di marinatura
Cottura 3 ore
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 2 stinchi di maiale freschi
  • 6 rametti di rosmarino
  • 6 rametti di timo
  • 330 ml birra chiara
  • Sale
  • Pepe 4 stagioni
  • Cannella in polvere
  • Olio extravergine di oliva

 

Ingredienti per le patate

  • 1,5 kg di patate (meglio se nuove)
  • 2 cucchiaini di paprika affumicata
  • 1 cucchiaino di paprika forte
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale fino

 

Procedimento

Massaggiate gli stinchi con un poco di olio, poi spolverizzateli con sale, pepe macinato fresco, una punta di cucchiaino di cannella in polvere e massaggiate molto bene. Legate poi gli stinchi per fissare su ognuno i rametti di rosmarino e di timo. mettete in una pirofila che li contenga a misura e irrorate con la birra. Coprite con pellicola alimentare e fare marinare in frigorifero per almeno 2 ore, girandoli di tanto in tanto.
Trascorso il tempo di marinatura scaldate 5 cucchiai di olio in una casseruola che possa andare anche in forno (ottima la ghisa) e poi rosolatevi gli stinchi sgocciolati dalla marinata da tutti i lati. Bagnate con la marinata e lasciate che evapori la parte alcolica. Coprite con un coperchio e fate cuocere in forno caldo a 180° per 2 ore girando di tanto in tanto gli stichi e irrorandoli con il sughetto.
Nel frattempo sbucciate le patate, tagliatele a bastoncini e mettetele in acqua fredda. Cambiate l’acqua finché rimarrà trasparente, in questo modo eliminerete l’amido e le patate risulteranno più croccanti in cottura. Sgocciolatele, tamponatele con un canovaccio pulito e mettetele in una teglia da forno. Conditele con olio, i due tipi di paprika e regolate di sale. Mescolate bene con le mani per condirle in modo omogeneo, quindi cuocete in forno caldo per circa 30 minuti o comunque finché saranno dorate e ben cotte.
Dopo le prime 2 ore di cottura regolate di sale, se necessario, scoperchiate la casseruola e proseguite la cottura per un’altra ora.

Servite accompagnando con le patate alla paprika… e siamo pronti in tavola!

Tè consigliato in abbinamento

L’Assam Mangalam è un tè nero indiano di prima qualità, molto ricco di gemme apicali dorate. Il suo sapore è deliziosamente maltato e speziato. Questo tè nero proviene dall’omonimo giardino di Mangalam, conosciuto in tutto il mondo per l’ottima qualità di tè che produce.

Acquistabile su www.storiediteecaffe.com

Note

  • Se utilizzate patate novelle, potete lasciare anche la buccia, vi basterà lavarla accuratamente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *