Torta rustica mirtilli e farro

print

L’impasto di questa torta è veramente una delizia: soffice, umido e arricchito con confettura di mirtilli. Quando esce dal forno profuma tutta casa di quei profumi di casa, di cose buone. Poi una farcitura semplice, fatta con panna montata e mirtilli freschi. Una fetta a colazione o a merenda non basterà di certo, troppo golosa.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per tortiera 26 cm diametro (6 persone)
Preparazione 15 minuti
Cottura 45 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 150 gr farina di farro integrale (io dell’Azienda Agricola Monte Spada)
  • 50 gr farina 0
  • 150 gr zucchero semolato grezzo (Italia Zuccheri 100% italiano)
  • 130 gr olio di semi di girasole
  • 100 gr latte
  • 150 gr farina di mandorle
  • 4 uova
  • 300 gr confettura di mirtilli
  • 1 bustina di lievito per dolci (preferibilmente biologico)

 

+ 220 ml panna fresca
+ 125 gr mirtilli freschi
+ zucchero a velo

Procedimento

In una ciotola montate gli albumi e teneteli da parte. In un’altra ciotola montate i tuorli e lo zucchero con una frusta elettrica, poi unite la confettura di mirtilli, sempre montando con le fruste.

Unite al composto di uova, poco per volta, le farine setacciate, la farina di mandorle e il lievito, mescolando con una spatola pian piano. Incorporate olio e latte e completate con l’aggiunta degli albumi, mescolando dal basso verso l’alto con una spatola, facendo attenzione a non smontare il tutto.

Versate in una tortiera a cerniera diametro 22 cm foderata sul fondo con carta forno e cuocete in forno caldo a 200° per 45 minuti posizionando la teglia nel piano più basso del forno.

Sfornate, passate il coltello sul bordo della torta, aprite la cerniera e fate raffreddare completamente, poi montate a neve ferma la panna con 2 cucchiai abbondanti di zucchero a velo. Tagliate a metà nel senso dello spessore la torta, farcitela con uno strato omogeneo di panna montata, completate coi mirtilli sciacquati e asciugati delicatamente con un canovaccio. Coprite con il disco di torta superiore, spolverizzate di zucchero a velo… e siamo pronti in tavola!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *