Tortelli ripieni di fonduta e patate al tartufo nero

print

I tortelli ripieni di fonduta e patate al tartufo nero estivo sono un primo piatto elegante, sicuramente adatto alle festività o ad un pranzo/cena importanti. Il gusto rotondo e morbido del ripieno esalta magnificamente il semplicissimo condimento di tartufo nero, dal sapore deciso e invitante. Ovviamente potrete sostituire il tartufo nero estivo con quello più pregiato invernale come indicato nelle note sotto.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 6 persone (circa 70 ravioli medi)
Preparazione 1 ora e 30 minuti + 30 minuti di riposo della pasta + raffreddamento delle patate
Cottura 1 ora
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 4 uova
  • 400 gr farina 0
  • 2 patate gialle vecchie di media grossezza (ma vanno bene anche quelle rosse)
  • 50 ml latte intero
  • 1 vasettino di tartufo nero sott’olio (vedi note)
  • 300 gr fontina trentina
  • 3 tuorli
  • 40 gr burro
  • Sale
  • Pepe nero

Procedimento

Lessate le patate in abbondante acqua bollente e salata finché saranno tenere, poi scolatele e fatele raffreddare. Nel frattempo in una casseruola antiaderente fate sciogliere la fontina tagliata a pezzi col latte e mescolate continuamente con una frusta a mano.

Quando il composto sarà completamente sciolto togliete dal fuoco e unite i tuorli uno alla volta, incorporandone perfettamente uno prima di aggiungere il successivo.

Pelate le patate tiepide e schiacciatele molto bene con una forchetta, quindi incorporatele al composto di fontina mescolando accuratamente con la frusta a  mano. Lasciate raffreddare completamente il ripieno e mettetelo in una sacca da pasticcera a bocca liscia.

Stendete la sfoglia e createvi sopra dei mucchietti di ripieno oppure  usate gli stampi appositi come nella foto.

Coprite con altra sfoglia e chiudete i tortelli eliminando l’aria attorno al ripieno. Quindi ritagliateli con una rotella dentellata.

In una padella saltapasta scaldate un paio di cucchiai di burro e unite un goccio di olio extravergine di oliva, quindi aggiungete il tartufo grattugiato e fate insaporire un paio di minuti a fuoco bassissimo. Alzate il fuoco, aggiungete i ravioli e le fette di tartufo e saltate tutto per 30 secondi. Servite subito.

Note

  • Potete sostituire il carpaccio di tartufo con tartufo sottolio: si può fare con del tartufo fresco invernale o anche nero procedete in questo modo. In questo caso dovrete pulite accuratamente il tartufo, grattugiatene una quantità pari ad un cucchiaio da minestra e affettate sottilmente quello che rimane.

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *