Colombine pasquali agli agrumi e cioccolato bianco glassate ai pistacchi

print

Non è Pasqua senza colomba, e se si può fare con le proprie mani sarà ancora più buona, perchè fatta con amore. Di certo non è una procedura né facile né veloce, ma la soddisfazione finale è veramente grande. Queste colombine potrete utilizzarle anche come segnaposto per i vostri commensali, così che possano portare a casa un dolce e mangereccio ricordo.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 10 colombine (oppure 2 colombe con stampo da 750 gr)
Preparazione 45 minuti + 5 ore 45 minuti lievitazione
Cottura 30 minuti
Difficoltà: elevata

Ingredienti per impasto

  • 700 gr farina manitoba
  • 230 gr burro morbido
  • 310 gr zucchero di canna
  • 5 uova
  • 25 gr lievito di birra fresco
  • 100 gr latte intero
  • 100 gr arancia candita a dadini
  • 100 gr gocce cioccolato bianco
  • Scorza grattugiata 3 arance non trattate
  • Scorza grattugiata 2 limoni non trattati
  • 5 gr sale fino

 

Ingredienti per la copertura

  • 120 gr farina di pistacchi
  • 100 gr zucchero a velo
  • 40 gr amido di mais
  • 4 albumi
  • 100 gr pistacchi sgusciati
  • Granella di zucchero

+ farina 0 per lo spolvero
+ stampini piccoli da colomba

Procedimento

Iniziate preparando il lievitino: in una ciotola mettete 100 gr di farina setacciata, 100 gr di latte e il lievito sbriciolato grossolanamente e create un impasto compatto e omogeneo. Copritelo e lasciatelo lievitare per 45 minuti, in un luogo tiepido e lontano da correnti d’aria. Trascorsa questo tempo il lievitino avrà raddoppiato il proprio volume.

A questo punto mettete nella ciotola della planetaria il lievitino e aggiungete 150 gr di farina setacciata, 40 gr d’acqua a temperatura ambiente e 2 uova, impastate gli ingredienti con il gancio per circa 5 minuti e fate lievitare per 1 ora in una ciotola di plastica, coperto da un telo umido o da un pezzo di pellicola alimentare.

Trascorso il tempo della seconda lievitazione mettete nuovamente l’impasto nella ciotola della planetaria e incorporate 150 gr di farina, 30 gr di burro morbido, 30 gr di zucchero e altre 2 uova. Impastate nuovamente con il gancio impastatore per circa 5 minuti. Lasciate lievitare ancora per 1 ora trasferendo di nuovo l’impasto in una ciotola di plastica, coprendo con un canovaccio pulito e umido.

Trascorsa la terza lievitazione mettete l’impasto nella ciotola della planetaria e impastate con il gancio aggiungendo  nell’ordine la farina (400 gr) e il burro (200 gr) rimasti e 180 gr di zucchero, quindi unite il sale, la scorza grattugiata delle arance e dei limoni, i canditi, le gocce di cioccolato bianco e l’uovo rimasto. Impastate per circa 5 minuti, poi trasferite l’impasto sulla spianatoia infarinata, dividetelo, infarinandovi le mani dato che è piuttosto morbido, in 10 parti uguali. Saranno circa 200 gr di impasto per ogni porzione. Dividete ogni porzione in 3 parti, di cui una a ¾ del quantitativo. Allungate la parte più grande per tutta la lunghezza del corpo della colomba. Dividete ancora in due la parte rimasta e fatene due ovali, che disporrete poi a lato del corpo per creare le ali. Procedete a questo modo per tutte le porzioni rimanenti.

Sistemate lo stampo su una placca, coprite con un canovaccio  e lasciate lievitare per 3 ore.

Preparate la glassa di copertura per la colomba: in una ciotolina mettete l’albume, la farina di pistacchi, lo zucchero a velo, l’amido di mais e amalgamate bene con una forchetta. Distribuite il composto sulla colomba lievitata in maniera uniforme, iniziando dalla parte centrale in quanto durante la cottura la glassa tenderà a scendere verso i bordi. Nel compiere questa operazione, fate molta attenzione a non smontare la lievitazione. Distribuite la granella di zucchero uniformemente sulla colomba, guarnitela con i pistacchi interi e cuocete in forno caldo a 180° per 30 minuti.

Togliete le colombine dal forno e lasciate raffreddare su una gratella per dolci.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Conservazione: potete mettere la vostra colomba sotto una campana di vetro pesante, oppure tenerla in un contenitore a chiusura ermetica. Per mantenerla fragrante più giorni chiudetela in un sacchetto ed eliminate l’aria.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *