Confettura di peperoncini piccanti

print

Questa ricetta è un doppio regalo. Il primo perché mi è arrivata in dono dalla mia amica Irene e il secondo perché la sua mamma Adele, che ha preparato la confettura, mi ha donato anche la ricetta che vi propongo. Anche se potreste rimanere increduli vista la base non di frutta, garantisco che è una vera leccornia, assolutamente da provare, magari come ho fatto io con un hamburger… divina!
Buon viaggio in cucina…

Dosi per  4 vasetti da 250 gr
Preparazione 40 minuti
Cottura 20 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1,2 kg di peperoncini rossi piccanti
  • 300 gr zucchero di canna
  • 16 gr di addensante per confetture (preferibilmente biologico)
  • 2 cucchiai di grappa non aromatizzata

 

Procedimento

Mettetevi dei guanti di lattice, aprite i peperoncini, eliminate i filamenti bianchi, i piccioli e i semi. Quando avrete raggiunto 1 kg di peso, lavateli e frullateli nel mixer.

Mettete la purea in una pentola a bordi alti con lo zucchero e l’addensante. Mescolate bene e portate a bollore su fiamma medio-alta, mescolando di tanto in tanto. Fate cuocere ancora 10 minuti dopo il raggiungimento del bollore, spegnete il fuoco, unite 2 cucchiai di grappa e mescolate per fare evaporare l’alcol.

Distribuite la confettura nei vasetti, chiudete ermeticamente e capovolgeteli per una decina di minuti. Rimettete i vasetti dritti e riponeteli in dispensa per circa una settimana prima di consumare la confettura.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Addensante: preferite quelli biologici perché contengono sostanze naturali, a differenza dei vari Fruttapec e compagnia. Dal momento che vi mettete di impegno per fare voi un prodotto di qualità, val la pena spendere 50 centesimi in più e utilizzare anche un addensante di buona qualità, e che funziona benissimo come quelli industriali classici.

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *