Pasta matta alla ricotta

print

Perché si chiama matta? Perché non ha gli ingredienti classici della briseé, e quindi le è stato dato un appellativo che. Come dire. Lo facesse notare.  È  una versione decisamente più saporita e sostanziosa della classica briseé.
Buon viaggio in cucina…

 

 

Dosi per 500 gr pasta
Preparazione 15 minuti + 30 minuti di riposo
Cottura nessuna
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 280 gr farina 0
  • 250 gr ricotta fresca di mucca
  • 70 gr acqua minerale naturale
  • Sale
  • Pepe bianco

 

Procedimento

Mettete in una ciotola la farina e la ricotta, salate, pepate e mescolate con una forchetta, unite l’acqua, mescolate ancora un attimo con la forchetta, poi trasferite tutto su una spianatoia di legno infarinata.

Impastate fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo, fate una palla, chiudetela nella pellicola alimentare e fate riposare in frigorifero. Trascorso il tempo di riposo stendetela a mattarello a seconda delle vostre esigenze.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Procedimento con Kenwood: mettete nella planetaria la ricotta, l’acqua, il sale e una macinata di pepe. Iniziate a mescolare con il gancio K a velocità “min”. A questo punto iniziate a incorporare pian piano la farina. Quando il composto sarà di grosse briciole trasferite tutto sulla spianatoia e completate l’impasto a mano.
  • Se usate la ricotta confezionata del banco frigo (e ve lo sconsiglio perché meno saporita), abbiate cura di eliminare il siero che si crea, in modo da non eccedere in liquidi ottenendo un impasto eccessivamente molle.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *