Pasta al torchio all’uovo

print

La pasta al torchio all’uovo si presta per innumerevoli formati: dai maccheroncini, ai bigoli, agli spaghetti… Può diventare un ottimo primo per i giorni di festa, in sostituzione delle classiche tagliatelle ad esempio, ma potrete anche fare da voi la pastina per le minestre in brodo.
Buon viaggio in cucina…

 

Dosi per 1 kg di pasta circa
Preparazione 5 minuti + 40 minuti per la trafilatura
Cottura nessuna
Difficoltà: facile

Ingredienti pasta di semola

(Utilizzabile ad esempio per pastina all’uovo)

  • 800 gr semola di grano duro
  • 300 gr uova (oppure 200 gr uova e 100 gr acqua minerale naturale)

Ingredienti pasta farina 0

(Utilizzabile ad esempio per bigoli)

  • 800 gr farina 0
  • 300 gr uova

Ingredienti pasta con farina integrale

  • 600 gr farina integrale
  • 200 gr semola di grano duro
  • 220 gr uova
  • 80 gr acqua minerale naturale

Ingredienti per farina di semola e farina 0

  • 200 gr semola di grano duro rimacinata
  • 800 gr farina 0
  • 390 gr uova

Procedimento

Impastate con il gancio a foglia farina e acqua fino ad ottenere un composto molto sbriciolato.

Introducete un poco di impasto per volta nella trafilatrice che avrete montato e  azionate a velocità 1 – 1 ½. Premete leggermente con l’apposito attrezzo di plastica se necessario.

  • Quando la pasta trafilata avrà raggiunto la lunghezza desiderata, tagliatela con la lama laterale in dotazione e fatela cadere su un tagliere o su un supporto per essiccazione.

Seccare o lasciare la pasta fresca? Potete congelare la pasta così come l’avete ottenuta mettendola in sacchetti da freezer, oppure dovrete metterla su un supporto per essiccazione o su un tagliere di legno e lasciarla così per 48 ore. Per le linguine è bene utilizzare le asticelle di legno.

Dopo essiccazione conservate la vostra pasta in sacchetti di plastica chiusi e riponete nella dispensa come la pasta industriale.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Cottura della pasta fresca: la potete cuocere subito, appena fatta, oppure direttamente da congelata. Servono circa 30 secondi, ma tenetela monitorata per evitare di scuocerla.
  • Cottura della pasta essiccata: servono circa 3 minuti, ma tenetela monitorata per evitare di scuocerla.
  • Conservazione pasta al torchio fresca: la dovete conservare in freezer, chiusa in sacchetti di plastica.
  • Conservazione pasta al torchio secca: dopo le 48 ore di essiccazione conservatela in sacchetti di plastica chiusi, in dispensa.

E siamo pronti in tavola!

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *