Sfrappole senza uova

print

Queste sfrappole senza uova sono una ricetta di famiglia. Sono quelle che mia madre ha imparato a fare da sua zia e sono quelle che mi prepara tutti gli anni per Carnevale, in quantità industriale, perché io e Luca ne andiamo matti. Sono leggere, friabili e veramente irresistibili.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 8 persone
Preparazione 30 minuti + tempo riposo
Cottura 30 minuti
Difficoltà: media

Ingredienti

  • 600 gr farina 0
  • 120 gr burro freddo
  • 300 gr spumante dolce (io generalmente uso un Fior d’Arancio dei Colli Euganei)
  • 150 gr zucchero semolato
  • Olio di arachidi per friggere
  • Zucchero a velo

 

Procedimento

Mettere sulla spianatoia la farina mescolata allo zucchero e al burro freddo a tocchetti. Sbriciolate con le mani, e quando avrete ottenuto delle grosse briciole (come per fare la frolla) unite poco alla volta lo spumante, impastando il composto. Quando avrete raggiunto una consistenza morbida (come quella della pasta fresca) e il composto sarà omogeneo e liscio, ponetelo in un sacchetto di quelli da freezer. Lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Togliete l’impasto dal frigorifero e stendete la pasta col mattarello o con la macchinetta, ottenendo uno spessore di un paio di millimetri (la 3° tacca della macchinetta), oppure più sottile se volete delle sfrappole più croccanti.

Create delle strisce larghe 5 cm e lunghe circa 10 cm. Praticate un taglio nel centro, per il lungo con la rotella dentellata e fate una specie di nodo inserendo un angolo nel taglio.

Friggete in abbondante olio caldo facendo dorare le sfrappole da ambo i lati. Scolatele su carta assorbente e quando si saranno raffreddate spolverizzatele con zucchero a velo in abbondanza. Friggete poche sfrappole per volta, in modo da non alterare il calore dell’olio.

Note

  • La dose di spumante è indicativa, unitelo poco per volta e regolatevi in base all’assorbimento della farina che state utilizzando.
  • Al posto dello spumante potete usare anche un altro vino dolce. Mia mamma preferisce lo spumante perché frizzante, e dovendo poi friggere è meglio (un po’ come si usa l’acqua frizzante per le pastelle).
6Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *