Confettura di pesche noci e mandorle

print

Immaginate di fare una profumatissima crostata in inverno con questa confettura di pesche noci e mandorle, una bontà vero? Allora mettetevi all’opera e andate a comprare un bel po’ di questi frutti deliziosi. Poi rendertela più golosa con l’aggiunta di mandorle a lamelle, che regalato quel lato scrocchiarello irresistibile. Ho scelto di non sbucciare le pesche noci perchè regala un bel colore intenso alla confettura e non comporta alcun tipo di fastidio all’assaggio, anzi, lascia più saporita la confettura.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 vasetti da 300 gr
Preparazione 30 minuti + tempo autosterilizzazione
Cottura 20 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 1,5 kg pesche noci
  • 500 gr zucchero
  • 40 gr mandorle a lamelle
  • 16 gr gelificante per confetture (preferibilmente biologico)
  • ½ tazzina di grappa di Marzemino

 

Procedimento

Tagliate le pesche noci in 4 spicchi, eliminatene il nocciolo e tagliate tutto a dadini, raggiungendo il peso di 1 kg di polpa. Frullate nel mixer ottenendo una purea densa.

In una pentola a bordi alti mettete lo zucchero, il gelificante e la purea di pesche noci, quindi mescolate bene. Cuocete su fuoco vivace finché il composto inizierà a bollire, e proseguite la cottura per 3 minuti, dopo di che togliete la pentola dal fuoco, unite il cucchiaio di grappa e le mandorle a lamelle, poi mescolate un paio di minuti in modo da dissolvere la maggior parte della schiuma creatasi in superficie.

Mettete la confettura nei vasetti, chiudeteli molto bene e capovolgeteli, lasciandoli così per 5-10 minuti, poi rimetteteli dritti e riponete in luogo fresco e buio. Potrete consumare la confettura dopo circa 5 giorni dalla preparazione, e potrete conservarla per circa un anno.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Se non avete la grappa di Marzemino va benissimo un’altra grappa, ma utilizzatela dal gusto neutro, in modo da non alterare l’equilibrio di sapori della marmellata.
  • Se preferite potete tagliare la polpa della frutta a piccoli pezzetti, il procedimento rimarrà identico.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *