Pizza fontina e porcini

print

La pizza fontina e porcini è di ovvia ispirazione montanara. Avevo voglia di qualcosa di goloso, e buttando l’occhio in frigo ho visto che mi era rimasto un pezzetto di fontina valdostana. Ma cosa aggiungere?  L’ingrediente più ovvio ma anche il più buono in assoluto: porcini.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti
Cottura 45 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • Pasta per pizza per una teglia
  • 4 porcini di media grandezza (vedi note)
  • 200 gr fontina
  • 125 gr mozzarella fiordilatte
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe nero
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 2 spicchi di aglio fresco

 

Procedimento

Eliminate dalla fontina la crosta esterna, poi grattugiatela con la grattugia a fori grossi. Eliminate l’acqua di governo della mozzarella, tagliatela a pezzetti e mettete in un colino ad asciugare un poco.

Affettate i porcini con uno spessore di un paio di millimetri, per il lungo. Mettete in una padella 4 cucchiai di olio e rosolate a fuoco medio gli spicchi di aglio (se volete un aroma più intenso schiacciateli con l’apposito attrezzo oppure tritateli finemente e unite all’olio). Aggiungete le fette di porcino e saltate delicatamente. Regolate di sale e pepe e fate cuocere per una decina di minuti a fuoco medio-basso, incorporando alcuni cucchiai di acqua per non farle attaccare. Mi raccomando di trattare le fette di porcino con molta delicatezza, in modo da non separare il gambo dalla cappella. Verso fine cottura aggiungete il prezzemolo, cuocete ancora per un minuto al massimo e tenete da parte.

Stendete la pasta per pizza direttamente nella teglia leggermente unta di olio nella parte centrale. Spennellate di olio la superficie e cuocete in forno caldo a 230° per 15 minuti, mettendo la teglia nella parte più bassa del forno.

Sfornate e distribuite la fontina grattugiata e la mozzarella. Rimettete in forno per altri 15 minuti, trascorsi i quali completerete coi porcini per poi cuocere altri 5 minuti.

E siamo pronti in tavola!

Note

  • Porcini freschi: puliteli accuratamente e procedete come da ricetta.
  • Porcini surgelati: meglio se da voi, ma vanno bene anche quelli industriali. Fateli scongelare ed eliminate l’acqua che si crea. Procedete sempre come da ricetta.

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *