Risotto alla zucca e gorgonzola

print

Il risotto alla zucca e gorgonzola è un felice connubio di gusti tra due amanti di lungo corso. Per utilizzare le meravigliose zucche, verdura di stagione dal colore allegro e dal gusto dolce che ben si sposa con sapori anche decisi come quello del gorgonzola, questo risottino verrà accolto a braccia aperte a tavola.
Buon viaggio in cucina…

Dosi per 4 persone
Preparazione 20 minuti
Cottura 25 minuti
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 400 gr riso arborio
  • 300 gr zucca Butternut (o violina) già pulita
  • 200 gr gorgonzola dolce
  • 1 scalogno
  • Brodo vegetale caldo (oppure 2 cucchiaini di  brodo vegetale in dado)
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • Olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di burro
  • 4 foglie di salvia
  • Sale
  • Pepe 5 colori

Procedimento

Sbucciate lo scalogno e tritatelo abbastanza finemente. Tritate grossolanamente la salvia. In una casseruola scaldate 4 cucchiai di olio, poi soffriggetevi su fiamma media lo scalogno. Unite anche la zucca che avrete ridotto a dadini abbastanza piccoli (vedi note) e la salvia triata, poi fate cuocere per un paio di minuti su fiamma bassa. Regolate di sale e pepe.

Fate quindi tostare il riso per un paio di minuti nella casseruola con la zucca, sfumate col vino, mescolate, e quando sarà evaporata la parte alcolica (ossia quando non sentirete più l’odore di alcol), unite un paio di mestoli di brodo caldo, mescolate bene e cuocete per il tempo indicato sulla confezione, aggiungendo un poco di brodo di tanto in tanto. Ricordate che il riso non deve essere brodoso a fine cottura, ma solo morbido, quindi aggiungete il brodo poco per volta.

A fine cottura regolate di sale se necessario, di pepe, togliete dal fuoco e unite il burro e il gorgonzola, poi mescolate bene per mantecare il tutto. Servite subito.

Note

  • Come tagliare la zucca: potete fare dei piccoli dadi, oppure tenerli un pochino più grandi se vi piace, ma potete anche grattugiarla con la grattugia a fori grossi. Attenzione solo a non fare pezzi troppo grossi, perché potrebbero essere ancora crudi a fine cottura del riso

 

0Shares

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *