Tè marocchino di benvenuto

print

Ogni Nazione ha un proprio concetto del momento del tè, una bevanda antichissima, con una tradizione millenaria, che si è evoluta nei vari luoghi del mondo a seconda delle esigenze economiche e della società. Oggi vi parlo del rito del tè in Marocco, dove viene servito un tè verde aromatizzato con foglioline di menta fresca. Ma in realtà non è solo questo, è un segno di ospitalità, amicizia e tradizione poiché questa bevanda è molto popolare e viene servita e assaporata durante il corso dell’intera giornata. Soprattutto non manca mai durante un incontro per conversare: potrei affermare che la nostra abitudine per il caffè, in Marocco si tramuta in tè alla menta. Se doveste mai capitare in viaggio in Marocco, non rifiutate mai un bicchiere di tè alla menta, sarebbe percepito come una grande scortesia e anzi, bevetene più d’uno. Qui vi racconto come si prepara un buon tè marocchino da servire ai vostri ospiti, con anche la versione fredda per le calde giornate estive, momento nel quale a mio avviso diviene meraviglioso.

Ora però devo farvi vedere come viene servito questo tè, perché se noi in Europa utilizziamo le classiche tazzine in ceramica o porcellana, decorate in svariati modi, in Marocco hanno un modo completamente diverso… io ho scelto di dare un tocco di base romantico con una tovaglietta di cotone bianca preziosamente ricamata con pizzi, che non solo protegge il tavolino, ma che per il mio gusto si sposa magnificamente con l’insieme dell’atmosfera.

Poi ci sono due cose fondamentali e assolutamente imprescindibili per servire un vero tè in stile marocchino, ossia una teiera in argento e i bicchieri di vetro decorati che conferiscono il tocco autentico a tutta l’atmosfera (acquistabili on line su storiediteecaffe.com)

Se è vero che per i marocchini offrire il tè alla menta è offrire la propria ospitalità e la propria apertura al prossimo, è anche vero che nel mio pensiero ci sono delle piccole accortezze che daranno ancor più il senso dell’accoglienza verso coloro che sceglierete di fare accomodare per gustare questa bevanda meravigliosa. Anzitutto una composizione di rose, raccolte in giardino appositamente per l’occasione. Non so perchè, ma quando ho deciso di creare questo post, alla menta ho immediatamente abbinato delle rose, e credo che il connubio sia perfetto.

Ho utilizzato come base un vassoio in argento indiano all’interno del quale ho posizionato della spugna per fiori freschi già imbibita di acqua e opportunamente sgocciolata.

Iniziate poi col posizionare dei rametti più lunghi ai lati, inserendoli nella spugna in modo quasi orizzontale.

Inserite quindi i rametti più corti nella parte centrale e andate infine a riempire la composizione con altri rametti di rose, margherite e foglie di rose grandi.

Infine procedete ad aggiungere un po’ di verde con dei rametti di menta dislocati qua e là, che richiameranno anche il tema del tè che offrirete agli ospiti.

Come vi dicevo in Marocco il tè alla menta viene servito caldo, anche se le temperature sono alte, ma io ho pensato che servirlo freddo con un tocco di eleganza ulteriore non avrebbe certamente guastato e avrebbe incontrato il consenso anche dei miei commensali. Ecco allora che ho creato dei piccoli cubetti di ghiaccio decorati con petali di rose mini e foglioline di menta, che serviti in una bella ciotolina di vetro con le pinzette per prelevarli, rinfrescheranno ulteriormente la bevanda principe.

Naturalmente non è però possibile servire nessun tipo di tè se non degnamente accompagnato da un dolce al suo livello, e in questo caso ne ho scelto uno tipico del Marocco ovviamente, che si chiama M’hencha, un rotolo creato con fogli di pasta phillo croccantissimi che racchiudono un ripieno aromatico e delizioso di farina di mandorle, scorza di agrumi e burro.

Ho pensato di servirlo decorato con piccoli petali di rose, che sono non sono belli ma anche commestibili: un tocco particolare per un servizio altrettanto particolare.

Naturalmente non potranno mancare piatti in stile orientale (trovate il link per acquistarli qui) come quelli che ho acquistato perchè sono rimasta affascinata da colore e design e che perfettamente si intonano al tema. Prevedete anche dei cucchiaini che serviranno per mescolare il tè (che è già dolcificato) e delle forchette che consentiranno di degustare il dolce.

Dopo aver creato con cura e amore questa meravigliosa atmosfera dalle tinte accoglienti e colorate, non vi rimane che accomodarvi coi vostri ospiti e godere della bellezza e della bontà in tavola…

E un consiglio finale: la decorazione con le rose sarà perfetta anche come centrotavola o su un mobile. Conferirà eleganza e un tocco di freschezza alla casa anche dopo il momento del ricevimento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *